Ricerca dei fornitori

I nostri prodotti sono attualmente fabbricati da stabilimenti fornitori situati in Cina, India, Indonesia, Italia, Tailandia, Turchia, Regno Unito e Vietnam. Poiché i fornitori sono importanti per la nostra attività, i nostri partner vengono scelti con attenzione.


Richiediamo a tutti i nostri fornitori, a prescindere dal paese di ubicazione del loro stabilimento, di predisporre un luogo di lavoro sicuro e di soddisfare standard elevati per quanto riguarda i diritti umani, le prassi lavorative e l'ambiente. Il nostro impegno nei confronti delle pratiche commerciali etiche si integra completamente nel nostro processo di ricerca dei fornitori, insieme a criteri, quali la qualità e l'affidabilità. Cerchiamo fornitori trasparenti per ciò che concerne il proprio modo di lavorare e disposti a impegnarsi in un dialogo con noi.


Comunichiamo ai fornitori i nostri standard e, nel caso in cui sia necessario apportare dei miglioramenti, collaboriamo con loro per attuare i provvedimenti necessari. Lo scopo della nostra collaborazione è quello di implementare cambiamenti significativi e duraturi a vantaggio dei dipendenti dello stabilimento.

Pratiche commerciali etiche

Il nostro Codice di condotta aziendale sancisce i principi che ci aspettiamo siano onorati dai nostri fornitori, per assicurare condizioni di lavoro eque e sicure. Esso si basa su normative internazionali, incluse le convenzioni dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro. Il nostro Codice è disponibile nelle otto lingue dei nostri fornitori (Inglese, Cinese, Gujarati, indonesiano, italiano, tailandese, Turco e vietnamita). Tra i suoi principi fondamentali sono inclusi:


  • Pagamento di salari dignitosi
  • Orari di lavoro non eccessivi
  • Condizioni lavorative rispettose dell'igiene e della sicurezza
  • Divieto di sfruttamento del lavoro minorile
  • Divieto di sfruttamento del lavoro minorile
  • Assenza di discriminazioni
  • Assenza di qualsiasi tipo di trattamento crudele e disumano
  • Libertà di associazione e rispetto del diritto di contrattazione collettiva
  • 9. Offerta di un impiego regolare.


Tutti i nuovi fornitori, prima di lavorare con noi, devono soddisfare gli standard fondamentali definiti nel nostro Codice di condotta. Incontriamo i nuovi fornitori potenziali per discutere con loro dei nostri requisiti riguardanti le pratiche commerciali etiche e incarichiamo terze parti indipendenti di eseguire dei controlli per verificare la conformità con il nostro Codice. Soltanto una volta completati questi controlli, dimostrata la totale trasparenza e stabilito il reale impegno da parte dei fornitori nei confronti del rispetto di pratiche commerciali etiche, accetteremo di avviare un rapporto di affari con loro.


Visitiamo e controlliamo anche i fornitori importanti di 'Livello 2'. Queste aziende forniscono componenti e materiali agli stabilimenti di produzione, quali gomma naturale, bottoni di metallo, fodere in pelle e filo.


La nostra società fa parte della Fair Factories Clearinghouse, un'associazione che consente a marchi diversi di lavorare insieme per migliorare le pratiche commerciali all'interno della filiera. Collaboriamo con gli altri membri dell'associazione che lavorano con gli stessi stabilimenti di Hunter, condividendo i resoconti sulle visite effettuate e i risultati dei controlli eseguiti. Questa nostra cooperazione ci consente di supportare miglioramenti nelle condizioni di lavoro, riducendo nel contempo il carico sui fornitori grazie alla possibilità di evitare più controlli negli stessi stabilimenti.


Miglioramenti costanti

Lavoriamo regolarmente con gli stabilimenti per aiutarli a sviluppare e migliorare le loro condizioni di lavoro e i loro standard etici. Qualora vengano identificati dei problemi mediante il nostro processo di controllo, supportiamo lo stabilimento nell'implementazione dei miglioramenti necessari.


Il nostro team offre supporto ai fornitori, rispondendo alle loro domande riguardo a problemi specifici e fornendo loro esempi di buona pratica e fonti che possono utilizzare come aiuto per conseguire i miglioramenti desiderati. Organizziamo sessioni di formazione e workshop personalizzati per i fornitori, tenuti da esperti locali, e facciamo incontrare i rappresentanti dei diversi stabilimenti in occasione delle nostre conferenze dei fornitori, offrendo loro l'opportunità di condividere le proprie esperienze. Restiamo costantemente in contatto con gli stabilimenti dei fornitori, che devono mantenerci regolarmente aggiornati sui progressi compiuti. Hunter verifica questi progressi mediante visite abituali agli stabilimenti e controlli di follow-up.


I risultati dei controlli vengono condivisi con i nostri team di ricerca dei fornitori e di sviluppo dei prodotti, che ricevono aggiornamenti periodici sui progressi degli stabilimenti con i quali lavorano e sugli eventuali problemi in sospeso. Questi team supportano il programma relativo alle pratiche commerciali etiche, incoraggiando i fornitori a realizzare miglioramenti e monitorandoli durante le proprie visite agli stabilimenti. Assicurandoci che tutti i nostri team siano consapevoli e coinvolti nell'implementazione dei nostri standard riguardanti le pratiche commerciali etiche, otteniamo migliori risultati e dimostriamo ai fornitori l'importanza da noi attribuita al rispetto dei lavoratori nella nostra filiera.

Studio di caso


Aiuto ai lavoratori degli stabilimenti per tutelare la propria salute

Aiuto ai lavoratori degli stabilimenti per tutelare la propria salute

I dispositivi di protezione individuale (DPI), come maschere, guanti e indumenti protettivi, svolgono un ruolo fondamentale nella tutela della salute e del benessere dei lavoratori degli stabilimenti. Malgrado la loro importanza, i lavoratori non sanno sempre come utilizzare questi dispositivi in modo corretto ed è possibile che non siano consapevoli dei rischi associati al mancato utilizzo degli stessi. Si tratta di una sfida che riguarda l'intero settore manifatturiero ed è uno dei problemi più comuni identificati durante i controlli negli stabilimenti.


Per contribuire a risolvere questo problema abbiamo avviato un progetto con i nostri fornitori di calzature di gomma in Cina, per assicurare che i lavoratori utilizzassero correttamente i DPI. Il progetto ha avuto inizio con una sessione di formazione di base per tutti i lavoratori di entrambi gli stabilimenti (in totale 1.200 persone). I proprietari delle fabbriche, il Corporate Responsibility Manager di Hunter e un esperto di salute e sicurezza sul lavoro cinese hanno spiegato ai lavoratori le politiche adottate dagli stabilimenti sull'uso dei DPI, i rischi per la salute associati al loro mancato utilizzo e il modo corretto per usarli. I temi trattati includevano l'identificazione dei diversi tipi di maschere di protezione per i vari tipi di lavori svolti all'interno dello stabilimento e informazioni sul funzionamento di ciascuna maschera per proteggersi dai vari rischi.


La fase successiva è stata quella di effettuare un inventario completo dei DPI utilizzati in ciascuna sezione degli stabilimenti. In tale circostanza sono stati presi in considerazione il numero di lavoratori presenti in ogni sezione, i rischi ai quali sono esposti, la frequenza con cui viene monitorato il loro stato di salute da un medico e la formazione ricevuta in merito ai DPI. Abbiamo anche esaminato i risultati dei test di monitoraggio della qualità dell'aria. Basandoci sui risultati dell'inventario e dei test e con l'aiuto di un esperto di salute e sicurezza sul lavoro, abbiamo aiutato gli stabilimenti a scegliere i DPI adeguati per ogni sezione della fabbrica.


I supervisori dello stabilimento svolgono un ruolo importante nell'assicurare che i lavoratori utilizzino ogni giorno i DPI corretti. Abbiamo organizzato una sessione di formazione per gli istruttori rivolta ai dirigenti e a dipendenti selezionati. Il corso riguardava i rischi specifici presenti in fabbrica, concentrandosi in modo particolare sui DPI utilizzati e sul rispettivo funzionamento. Tra gli argomenti trattati erano inclusi dettagli quali la modalità di conservazione dei DPI e la frequenza con cui devono essere sostituiti.


Abbiamo inoltre fornito a dirigenti e dipendenti indicazioni su come comunicare in modo efficace questi argomenti ai lavoratori dello stabilimento che potrebbero sottovalutare l'importanza dell'uso dei DPI. Le competenze acquisite includevano la capacità di parlare al pubblico, fare presentazioni utilizzando supporti visivi e rispondere alle domande poste dai lavoratori. I supervisori hanno poi messo in pratica tali competenze tenendo sessioni di formazione in piccoli gruppi per i lavoratori, riguardanti la salute e la sicurezza sul lavoro e i DPI. Ad oggi ha partecipato a queste sessioni il 100% della forza lavoro dei due stabilimenti.


Supporto alle comunità nella nostra filiera

Hunter organizza dei progetti a favore delle comunità facenti parte della nostra filiera.


In Indonesia, per esempio, abbiamo collaborato con un nostro fornitore di lunga data per apportare migliorie in una scuola elementare locale. Dopo avere ottenuto l'autorizzazione del governo, siamo stati in grado di finanziare la costruzione di nuove toilette con un impianto di fognatura moderno, di installare un cancello di sicurezza, di far riparare banchi e sedie rotti e di acquistare nuovo mobilio. Continuiamo a dimostrare il nostro sostegno alla scuola con visite regolari da parte dei dipendenti di Hunter, durante le quali essi trascorrono il loro tempo leggendo con gli alunni, tenendo per loro lezioni di arte e aiutandoli nello studio.


In Cina abbiamo organizzato corsi di formazione professionale aperti a tutti i lavoratori nello stabilimento di uno dei nostri principali fornitori. Durante le lezioni sono stati trattati argomenti riguardanti tutti gli aspetti della loro vita, dalla sicurezza nel luogo di lavoro al benessere psico-emozionale, incluse la gestione dello stress, l'abilità per affrontare i conflitti nell'ambito familiare e le capacità di comunicazione.


UK Modern Slavery Act

Please click here to view Hunter’s Statement of Compliance with the UK Modern Slavery Act 2015

California Transparency in Supply Chains Act

Fare clic qui per visualizzare la Dichiarazione di conformità con li Disegno di legge n. 657 del Senato statunitense (California Transparency in Supply Chains Act, Legge californiana sulla trasparenza delle filiere) di Hunter.